Pagine

giovedì 20 febbraio 2014

Recensione: BOLOGNA VIOLENTA "Uno Bianca"
CD 2014 - woodworm | wallace records | dischi bervisti




Questo incredibile, sconvolgente viaggio nell'Italia criminale di fine anni ottanta viene nuovamente riportato alla luce dal compositore Nicola Manzan, fondatore e mente del progetto musicale BOLOGNA VIOLENTA (giunto al quarto album in studio). Sono certo non sarà stato facile raccogliere le idee necessarie per un simile argomento, ma rigore e profonda passione sugli intrecci oscuri e trasversali della vicenda hanno scatenato la sua creatività, messa in atto sull'ultimo controverso "Uno Bianca". Manzan non si limita a raccontare, va al di là della vana spettacolarizzazione mediatica per assumersi determinate responsabilità adatte al suo ruolo: unico sceneggiatore (principale) all'interno del concept. La capacità di cogliere le linee guida che definiscono i campi ottici è solo una delle qualità più immediate del lavoro. Qui la tensione diventa dinamica vera e propria! Nicola tratta la materia con rispetto ed è questo modus operandi a dargli ragione. Ritornando sui luoghi e nelle città ha visto salire la necessità di scagliarsi contro il sistema, per dare voce al lamento delle vittime, delle famiglie, alle miriadi di voci mute che nella sofferenza nessuno potrà mai sentire. L'ultimo "Uno Bianca" non è un disco semplice da ascoltare, sia chiaro; ma merita attenzione, soprattutto perché riesce a differenziarsi dalle solite estremizzazioni 'Made in Italy'. Tutte le componenti sonore che hanno fatto conoscere Bologna Violenta al pubblico sono state giustamente riconfermate. C'è sia la rabbia gelida / tagliente del grindcore che l'intimità grigia e dolente protetta dalla sezione di archi, come pure l'eclettismo incondizionato e l'elasticità compositiva; insomma, un'ossessione cinica / consapevole. Se sarete in grado di aprire le vostre menti potrete apprezzare la testimonianza portata in scena da Nicola Manzan. Oggi, Bologna Violenta si lascia alle spalle qualsiasi suggestione settoriale, che ne mirerebbe in modo pericoloso una corretta comprensione. Cosa aggiungere? Non fate l'errore di ignorarlo, sarebbe un delitto.

Contatti: bolognaviolenta.com - facebook.com/bolognaviolenta

TRACKLISTING:

19 giugno 1987 - Pesaro: rapina casello A-14
31 agosto 1987 - San Lazzaro di Savena (Bo): rapina casello A-14
3 ottobre 1987 - Cesena: tentata estorsione
30 gennaio 1988 - Rimini: rapina supermercato Coop
19 febbraio 1988 - Casalecchio di Reno (Bo): rapina supermercato Coop
20 aprile 1988 - Castelmaggiore (Bo): attacco pattuglia Carabinieri
19 settembre 1988 - Forlì: rapina supermercato Coop
26 giugno 1989 - Bologna: rapina supermercato Coop
15 gennaio 1990 - Bologna: rapina ufficio postale
6 ottobre 1990 - Bologna: rapina tabaccheria
10 dicembre 1990 - Bologna: assalto campo Rom
22 dicembre 1990 - Bologna: attacco lavavetri extracomunitari
23 dicembre 1990 - Bologna: assalto campo Rom
27 dicembre 1990 - Castelmaggiore (Bo): rapina distributore
4 gennaio 1991 - Bologna: attacco pattuglia Carabinieri
20 aprile 1991 - Bologna: rapina distributore
30 aprile 1991 - Rimini: attacco pattuglia Carabinieri
2 maggio 1991 - Bologna: rapina armeria Volturno
19 giugno 1991 - Cesena: rapina distributore
18 agosto 1991 - San Mauro a Mare (Fc): agguato auto senegalesi
28 agosto 1991 - Gradara (Ps): scontro a fuoco con due Poliziotti
24 febbraio 1993 - Zola Predosa (Bo): rapina banca
7 ottobre 1993 - Riale (Bo): rapina banca
3 marzo 1994 - Bologna: rapina banca
24 maggio 1994 - Pesaro: rapina banca
21 ottobre 1994 - Bologna: rapina banca
29 marzo 1998 - Rimini: suicidio Giuliano Savi.


Nessun commento:

Posta un commento