lunedì 9 dicembre 2013

Recensione: LIGHTS DIM WITH GALLERY SIX "Between Spaces"
CD 2013 - spekk | kaico




E' la prima volta che sento parlare dei LIGHTS DIM WITH GALLERY SIX. Ho conosciuto casualmente questo disco, ascoltandolo attentamente tramite la pagina bandcamp. Il lavoro altro non è che una compilation nella quale si è voluto documentare un anno di collaborazione tra due ottimi musicisti: Marek Kamiński e Hidekazu Imashige. Lights Dim è il progetto solista del polacco Kamiński noto per i suoi lavori su Audio Gourmet, Preserved Sound e GV Sound. Lo stesso Marek, in questo "Between Spaces", decide di voler collaborare con il suo amico giapponese (in arte Gallery Six) proveniente da Hiroshima. Il connubio è davvero esemplare visti i risultati raggiunti dalla coppia. Le note evocano paesaggi luminosi, sconfinati, svuotati dal dramma che sovrasta la realtà che ci circonda, perciò capaci di ammaliare , riscaldare e proteggere. Il suono è così toccante che i vari strumenti acustici come il pianoforte e la chitarra, risultano ancora più pungenti mentre si dilatano sui campioni generati in fase di songwriting. "Between Spaces" può essere visto come un meccanismo in cui l'illusione rammenta l'azione, dando l'opportunità di elevare gli ascoltatori al ruolo di veri e propri attori. Se amate abbandonarvi in spazi aperti che richiamano i Sigur Rós o i più distesi Pink Floyd di Gilmour ("Echoes Of The Ongoing Riot"), non perdete la possibilità di scoprire questo meraviglioso album. L'arte di Lights Dim with Gallery Six ha la capacità di risvegliare tutti i sensi.

Contatti: lightsdim.bandcamp.com - facebook.com/LightsDimMusic

TRACKLISTING: Echoes Of The Ongoing Riot, Dancing Beneath The Ocean, Long Distance Call, Sea Of Tranquillity, Mission Time, Parachutes, After The End, All Went Quiet, We Could Finally Rest, Voyagers.


Nessun commento:

Posta un commento